La centrale operativa

Tra le innovazioni tecnologiche introdotte dal Contratto di Servizio c’è il sistema satellitare AVM (Automatic Vehicle Monitoring) che è stato acquisito da Roma TPL secondo le precise specifiche definite dal Capitolato. Il sistema AVM fa capo a una Centrale Operativa che consente di visualizzare la situazione del servizio in tempo reale, evidenziando lo stato di percorrenza dei mezzi rispetto a quanto pianificato. I dati vengono inviati anche all’Agenzia della Mobilità, che con questi alimenta il sistema Muoversi a Roma per fornire agli utenti le informazioni sulle linee e sui tempi di arrivo dei bus.
La Centrale Operativa riceve i dati di localizzazione e altre informazioni di servizio fornite dai sistemi di bordo installati sui mezzi.
Ciascun mezzo infatti dispone di computer di bordo e terminale autista che gestisce fra l’altro: un sistema di localizzazione GPS e di comunicazione GPRS e UMTS e WiFi; 4 telecamere per la videosorveglianza di cui una posta sul parabrezza anteriore che inquadra lo stato della viabilità; fotocellule conta persone in corrispondenza delle porte; un sistema di monitoraggio dei parametri tecnici del mezzo; altoparlanti per annuncio audio interno di prossima fermata; altoparlante esterno sulla porta anteriore per annuncio destinazione; cartelli elettronici di linea esterni anteriori, laterali e posteriori; cartello elettronico interno per annuncio visivo di “prossima fermata” e indicatori di percorso; sistema audiovisivo, a bordo dei nuovi mezzi, per la divulgazione di audiovisivi a cura dell’Agenzia della Mobilità e di pubblicità.